Cerca la tua vacanza e richiedi un preventivo!

Stornello del lavoro salentino Fimmine Fimmine

Un canto, una pizzica, che rientra tra le musiche popolari del Salento che lavorav, nei campi o svolgendo gli antichi mestieri.

Fimmine Fimmine

Video del brano Fimmine Fimmine dei Kamafei al concerto della Taranta di Carpignano Salentino, 23 agosto 2010

Testo in dialetto di Fimmine Fimmine

Testo in italiano di Fimmine Fimmine

Fimmine fimmine ca sciati allu tabaccu
ne sciati ddoi e nne turnati quattru.‎

Fimmine fimmine ca sciati allu tabaccu
lu sule è forte e bbu lu sicca tuttu.‎

Fimmine fimmine ca sciati allu tabaccu
la ditta nu bbu dae li talaretti.‎

Fimmine fimmine ca sciati a vindimmiare
e sutta allu cippune bu la faciti fare.‎

Fimmine fimmine ca sciati alle vulie
ccugghitinde le fitte e le scigghiare.‎

Donne donne che andate al tabacco
partite in due e tornate [piegate] in quattro.‎

Donne donne che andate al tabacco
il sole è forte e ve lo secca tutto.‎

Donne donne che andate al tabacco
la ditta non vi dà nemmeno i telaietti.‎

Donne donne che andate a vendemmiare
e sotto la vigna ve la fate fare.‎

Donne donne che andate alle olive
raccogliete le fitte e le sparse

Altra versione dialettale di Fimmine Fimmine

Testo in italiano

Fimmine fimmine ca sciati allu tabaccu
ca sciati allu tabaccu
‎‘nde sciati doi
e ne turnati a quattru.‎

Ci bu la dice cu chiantati lu tabaccu
la ditta nu bu dae li taraletti.‎

Ca poi li sordi bu li benedicu
bu ‘nde cattati nuci de Natale.‎

Te dicu sempre
cu nu chianti lu tabaccu
lu sule è forte e te lu sicca tuttu.‎

Fimmene fimmene ca sciati alle ulie
cujitine le fitte e le cijare.‎

Fimmene fimmene
ca sciati a vindimmare
e sutta lu cippune bu la faciti fare.‎

E Santu Paulu miu de le tarante
pizzichi le caruse a mmienzu l’anche.‎

E Santu Paulu miu de li scurzuni
pizzichi li carusi alli cujuni. ‎

Donne donne
che andate al tabacco
andate a due
e ne ritornate spezzate in quattro.‎

Chi ve lo dice di fare il tabacco
la ditta non vi da i telaietti.‎

Che poi i soldi ve li benedico
comprate noci a Natale.‎

Ti dico sempre
di non piantare il tabacco
il sole è forte e lo secca tutto.‎

Donne che raccogliete le olive
cogliete le fitte e le rade.‎

Donne donne
che andate a vendemmiare
sotto il tralcio ve la fate fare.‎

E San Paolo mio delle tarante
pizzichi le donne fra le gambe.‎

E San Paolo mio dei serpenti
pizzichi i maschi fra i coglioni.‎