Cerca la tua vacanza e richiedi un preventivo!

Gli elementi che caratterizzano i paesaggi salentini e pugliesi

Sviluppandosi in lunghezza per ben 400 km, il territorio pugliese presenta caratteristiche assai differenti che lo rendono tra i più affascinanti in Italia in quanto a bellezza del paesaggio e tra i più interessanti da un punto di vista storico e naturalistico.

Per prendere parte ad un itinerario turistico o ad una escursione che vi porti a visitare le antiche vie del Salento, i tratturi o le viuzze anguste dei centri storici potete utilizzare il seguente box, in cui selezionare data e tour preferito. I programmi di escursioni e itinerari sono in continuo aggiornamento, l'argomento trattato in questa rubrica è solo indicativo.

 

Paesaggi salentini e della Puglia

Se avete avuto l'opportunità di passare un periodo di vacanza nel Salento avrete notato il paesaggio rurale e le fantastiche coste che caratterizzano questa terra. Se invece non ci siete ancora mai stati, il consiglio è quello di visitare il Salento al più presto, e, nel frattempo, per dare un'idea delle sue bellezze, vi descriveremo in questa rubrica alcuni degli elementi principali che attireranno senza dubbio la vostra attenzione.

Gli uliveti secolari o millenari

Alle piane incolte battute dal vento seguono le infinite geometrie degli olivi oltre a fertili distese di terreni coltivati, recuperati a fatica da generazioni di contadini.

Uliveti

Uliveti

La costa rocciosa e le incantevoli calette

Lungo le coste il paesaggio muta ulteriormente alternando lunghi arenili di sabbia finissima ad alte pareti rocciose intervallate da insenature e piccole calette, lungo le quali si aprono numerose grotte e anfratti dovuti alla particolare natura carsica del sottosuolo pugliese.

Insenature

Insenature

L'azione del carsismo produce grotte e voragini

L'incessante azione dell'acqua sul calcare, principale componente del terreno, ha dato vita sin dalla preistoria a profonde incisioni nel banco roccioso divenute col tempo gravine, serre e letti fossili di antichi fiumi, oggi habitat perfetto per migliaia di specie vegetali endemiche.

Profonde voragini, dette appunto vore, smaltiscono ancora oggi le acque piovane favorendo, anche qui, particolarissimi tipi di fioritura. È un territorio che alterna infatti la vegetazione caratteristica della macchia mediterranea presente in particolare nel Salento ai boschi di vario genere e natura presenti nella zona del Gargano con il lussureggiante esempio della foresta Umbra.

Vore e gravine

Vore e gravine

Le aree lacustri del Salento e della Puglia

A questi si alternano le acque, anch'esse di forma e natura assai differente. Ai canali e ai bacini frutto delle bonifiche eseguite dall'uomo resistono i delicatissimi sistemi lacustri di Lesina e Varano nel Gargano, dei laghi Alimini nel territorio di Otranto e l'Oasi naturalistica delle Cesine sempre in provincia di Lecce.

Laghi costieri

Laghi costieri

Le costruzioni con pietra a secco

Una regione, la Puglia, solo apparentemente povera di acqua, in realtà ricca di falde freatiche su cui letteralmente si poggia. È in definitiva un territorio che dall'azione dell'uomo ha preteso tanto in termini di fatica e sudore ma che ha restituito, lì dove questa è stata rispettosa nei suoi confronti, impareggiabili capolavori di architettura rurale come i terrazzamenti a strapiombo sul mare, i trulli e pajare salentine, i muretti a secco, fino a risalire agli antichi insediamenti preistorici ricchi di iscrizioni e reperti.

Pajare

pajare