Cerca la tua vacanza e richiedi un preventivo!

Festa patronale di San Nicola a Corigliano d'Otranto

  • Corigliano d'Otranto, dal 22/08/2016 al 23/08/2016

Corigliano d'Otranto organizza la Festa di San Nicola di Bari che dura due giorni nell'ultima decade di agosto.

Festa religiosa in onore di San Nicola, il Santo che salvò la cittadina

La Festa patronale di San Nicola ha luogo nel centro storico di Corigliano d'Otranto, dove, per l'occasione, viene collocata una cassa armonica, tutte le vie principali dell'abitato si presentano adornate da luminarie e le bancarelle occupano la piazza centrale.

Riti religiosi a Corigliano a suffragio di San Nicola e devozione per le sue intercessioni

La piccola località di Corigliano nel periodo estivo riaccoglie gli abitanti del luogo trasferitisi altrove e offre ospitalità a tutti i turisti in vacanza nel Salento che intendono partecipare ai festeggiamenti.

Nel primo giorno di festa la comunità coriglianese porta in processione la statua del santo fino alla porte dell'abitato, dove il primo cittadino consegna simbolicamente al beneamato le chiavi della cittadina. Nel frattempo la banda esegue melodie a suffragio del santo e i fuochi artificiali colorano il cielo in suo onore.

La seconda giornata di festa si apre con le Messe mattutine che continuano fino a sera, nel frattempo le bande continuano ad allietare con le loro note tutti gli avventori e, in serata, questi ultimi hanno modo di godere anche di un vero e proprio concerto di musica classica ad opera delle orchestre che si avvicendano sulla cassa armonica fino a tarda sera, la manifestazione si chiude con uno spettacolo pirotecnico.

Il miracolo di San Nicola per il popolo coriglianese

Corigliano venera San Nicola come Patrono dal lontano 1727, quando, grazie alla sua intercessione, l'intera comunità venne salvata da una terribile bufera che invece non risparmiò i raccolti e alcune abitazioni dei paesi vicini.

Un video sulla processione, le luminarie e i fuochi d'artificio in onore di San Nicola

Un video sullo spettacolo pirotecnico che si tiene per San Nicola a Corigliano

La vita di San Nicola Vescovo

San Nicola nacque, visse e morì nell'odierna Turchia tra il III e il IV secolo, è venerato come santo dalla Chiesa Cattolica, dalla Chiesa Ortodossa e da diverse altre confessioni cristiane.

Conosciuto anche come San Nicola di Myra, San Nicola Magno e San Niccolò, è famoso anche al di fuori del mondo cristiano perché alla sua figura è legata l'origine del mito di Santa Klaus, ovvero Babbo Natale.

Tradizione religiosa e culto cristiano hanno portato fino a noi le leggende secondo cui San Nicola, nato da genitori cristiani e facoltosi, rimase orfano giovanissimo a causa della peste; così fu che la cospicua ricchezza ereditata venne immediatamente impiegata per aiutare gli altri.

Lasciata la sua città natale, si trasferì a Myra dove fu ordinato sacerdote e poi, alla morte del vescovo metropolita di Myra, venne inneggiato dal popolo come nuovo vescovo. Quando morì le sue spoglie furono custodite con devozione di popolo nella cattedrale di Myra fino al 1087.

Quando Myra cadde in mano ai musulmani, Bari e Venezia che erano rivali nei traffici marittimi con l'Oriente, entrarono in competizione per il trafugamento in Occidente delle reliquie del santo. Una spedizione barese raggiunse Myra e si impadronì dei resti di Nicola che giunsero a Bari il 9 Maggio 1087. Da allora San Nicola divenne patrono di Bari e le date del 6 Dicembre (giorno della morte del santo) e del 9 Maggio (giorno dell'arrivo delle reliquie) furono dichiarate festive per la città.

Un'immagine di San Nicola

Immagine di San Nicola
 

I miracoli di San Nicola

Le tre sacche di oro racchiuse nell'emblema del santo e visibili nei dipinti a lui dedicati stanno ad indicare un particolare aneddoto. Per aiutare un ricco uomo caduto in disgrazia che intendeva fare delle sue tre figlie delle meretrici, il santo avvolse in un panno una buona quantità di denaro e lo gettò nella casa dello sventurato per tre volte e in tre notti consecutive, così che le figlie avessero una dote da offrire per il loro matrimonio.

San Nicola è raffigurato con un ricco manto dorato ed è venerato come protettore dei bambini, perchè secondo una leggenda, quando era ancora in vita, resuscitò tre bambini che erano stati uccisi da un crudele macellaio, che ne aveva messo sotto sale le carni con l'intento di venderle. Per questo avvenimento San Nicola è venerato protettore dei bambini.

Per informazioni dettagliate sulla Festa patronale di San Nicola, specie per le date che possono subire modifiche, è consigliabile consultare il sito ufficiale del Comune di Corigliano d'Otranto.

Mappa