Cerca la tua vacanza e richiedi un preventivo!

Festa e Fiera di Santa Caterina d'Alessandria a Galatina

  • Galatina, dal 29/11/2016 al 29/11/2016

La Festa e Fiera di Santa Caterina d'Alessandria ha luogo nel comune salentino di Galatina a fine novembre.

Corteo storico e affreschi della basilica sono lo spettacolo principale

La manifestazione è organizzata dalla Basilica di Santa Caterina d'Alessandria in collaborazione con il Comune di Galatina.

Otto giorni di festa civile e religiosa per Santa Caterina d'Alessandria

Le celebrazioni della santa durano due giorni dell'ultima decade di novembre.

Tuttavia i festeggiamenti civili e i riti religiosi si prolungano per otto giorni se si include nel programma anche il Triduo Solenne; la serie di Sante Messe che per la ricorrenza vengono officiate; la benedizione di tutte le persone con il nome Caterina; l'antico evento fieristico del bestiame; il 25 di novembre, giorno della Solennità di Santa Caterina d'Alessandria Patrona della Comunità Parrocchiale e Titolare della Basilica e il giorno del 26 di novembre, che è la data della consacrazione della basilica.

Negli stessi giorni Galatina ospita anche il Week-end orsiniano, un evento di tre giorni a partire dal 21 novembre, collegato alla figura della santa e al patrimonio culturale e artistico della Basilica.

La Fiera e il Corteo storico di Maria d’Enghien

L'antica fiera, istituita alla fine del XV secolo, indicava l'arrivo del freddo invernale, e tutt'oggi conserva un aspetto coinvolgente e popolare.

Il momento più suggestivo della festa è probabilmente quello in cui si muove il Corteo storico di Maria d’Enghien; la sfilata ha inizio nei pressi del quartiere fieristico di Galatina, dove il bestiame e i cavalli, i carri e le carrozze d'epoca si danno appuntamento.

Da qui il vivace corteo muove verso il centro storico cittadino procedendo davanti alla folla fino a Piazza Dante Alighieri, per divenire un tutt'uno con la Solenne Processione.

Infatti anche il simulacro ligneo di Santa Caterina, accompagnato dai frati, è trasportato a bordo di una carrozza. Come prescrive il rito, a questo punto o il giorno dopo, tutti gli animali devono essere benedetti, segue la premiazione dei partecipanti alla sfilata e il rientro al quartiere fieristico.

Il corteo storico

Il corteo storico

Gli sbandieratori

Gli sbandieratori

Un video sul corteo storico

La benedizione degli animali

La conclusione dell'evento

I giorni di festa sono in genere allietati dall'esibizione di un gruppo di sbandieratori, dalle luminarie colorate, dai ripetuti fuochi d'artificio e dai sapori e dalla fragranza delle calde pittule e delle castagne, tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino.

Il ruolo di Maria d'Enghien

La principessa suddetta Maria d'Enghien, dopo la morte del marito Raimondello Orsini del Balzo, si incaricò essa stessa della continuazione dei lavori a conclusione della Basilica di Santa Caterina d'Alessandria e fu lei a volere i bellissimi cicli pittorici ancora ammirabili al suo interno. Nel corso dell'intero anno fedeli e visitatori possono ammirare i grandiosi affreschi e la reliquia della santa incastonata nell'argento.

I cicli pittorici di Maria D'Enghien

cicli pittorici Basilica di Santa Caterina d'Alessandria

cicli pittorici Basilica di Santa Caterina d'Alessandria

cicli pittorici Basilica di Santa Caterina d'Alessandria

La leggenda di Raimondello Orsini del Balzo e la Basilica di Santa Caterina d'Alessandria

La basilica fu realizzata nella seconda metà del XIV secolo proprio per volontà di Raimondello Orsini del Balzo. Il quale, in uno dei suoi tanti viaggi, di ritorno dalle crociate, si recò fin sulla sommità del Monte Sinai in segno di omaggio per il corpo di Santa Caterina; la leggenda narra che, prima di ripartire, il nobile pugliese avendone l'occasione baciò la mano della santa, staccandole il dito con i denti. Giunto in Italia portò con sé la reliquia che, incastonata in un reliquiario d’argento, tuttora si conserva nel tesoro della chiesa.

Per informazioni dettagliate sulla Festa e Fiera di Santa Caterina d'Alessandria, specie per le date che possono subire modifiche, è consigliabile consultare il sito ufficiale del Comune di Galatina.

Mappa