Cerca la tua vacanza e richiedi un preventivo!

Cosa visitare a Melendugno

Torre dell’Orso

L’origine del toponimo è incerta, anche se risulta degna di nota l’ipotesi secondo la quale la torre, in origine, sarebbe stata dedicata a Sant’Orsola. La costruzione fu iniziata nel 1568 da mastro Giovanni Tommaso Garrapa, ma successivamente, forse a causa della sconfitta turca nella Battaglia di Lepanto (1571) e del decrescente pericolo di invasione da parte della Sublime Porta, il costo della costruzione fu saldato solo verso la fine del Cinquecento. La torre presenta, come le vicine Torre di Roca Nuova e Torre di S. Foca, una base tronco piramidale con un unico vano accessibile posto al primo piano voltato a stella, mentre la piazza d’armi presentava camminamento di ronda, forse delle caditoie e un falconetto di bronzo come pezzo di artiglieria. La torre è impostata su un alto sperone di roccia (15 m s.l.m) dal quale si domina l’orizzonte e la bellissima baia di Torre dell’Orso alla quale la costruzione militaresca conferisce ancora più fascino e suggestione. All’altro lato della baia, la Grotta di S. Cristoforo, forse una chiesa rupestre legata al rito orientale, testimonia come il piccolo scalo fosse abitato fin dal Medio Evo.