Cerca la tua vacanza e richiedi un preventivo!

Cosa visitare a Martano

Cappella della Madonna del Teofilo (ubicata in Via del Teofilo, fuori Martano)

La piccola cappella rurale, databile al XVI sec., sorge presso un tratto dell’antica via che da Martano portava a Carpignano Salentino e, da qui, verso Otranto. La facciata presenta una semplicissima porta di ingresso sormontata da una cornice con rosette e da un fregio lavorato a dentelli di pietra. Al centro, sulla sommità, una semplice finestra con transenna lavorata a traforo munita di eleganti stipiti presso i quali ritorna sempre il motivo della rosetta, fiore caro alla Vergine. Ai lati i pilastri portanti sono appena sporgenti, in modo da inquadrare la facciata. Alla sommità i capitelli sono stati sostituiti da eleganti rosette. L’interno ad aula presenta un unico ricco altare databile al XVI sec. con due pilastrini che reggono una cornice e una elegante finitura con due volute vegetali e un trionfo al centro. Al centro dell’altare due puttini sollevano un simbolico ed impalpabile velo lasciando intravedere l’effige della Vergine con Bambino, la Madonna del Teofilo, ossia l’”Amante di Dio”, opera di recente fattura di una pittrice martanese (1985). La seconda domenica dopo Pasqua presso la cappella si tiene una celebrazione liturgica con una piccola festa di origini antichissime.