Cerca la tua vacanza e richiedi un preventivo!

Cosa visitare a Martano

Cappella della Madonna del Carmine (ubicata in Via Roma)

La piccola cappella fu fatta edificare per volontà di Deodata Indricci e del fratello Domenico agli inizi del Settecento. Il piccolo edificio sacro ben si salda con il cinquecentesco palazzetto Indricci, dove Deodata nacque e visse. La facciata è sobria ed elegante in linea con il gusto settecentesco che aveva rielaborato e messo da parte le esuberanze del secolo precedente. L’interno, a pianta rettangolare illuminato dalla porta di ingresso e da una semplice finestra, presenta un ricco altare con al centro la bella tela della Madonna del Carmine e ai lati le statue di San Domenico e Sant’Antonio da Padova. Sulla cornice dell’altare ricorre un’epigrafe che celebra la figura della Vergine Maria del Monte Carmelo e reca la data di ultimazione dei lavori, il 1718. Sulla facciata, nel piccolo campanile, è possibile vedere la più antica campana di Martano. E’ datata al 1780 ed è miracolosamente scampata al rastrellamento delle campane in occasione del secondo conflitto mondiale. Il 16 luglio, in occasione della ricorrenza della solennità della Madonna del Carmine, la statua della Vergine viene portata in processione dalla piccola cappella alla vicina e sontuosa Matrice, dove viene celebrata una solenne cerimonia in onore della Madonna.