Lassi lu segnu testo e traduzione di una pizzica salentina

Un canto che rientra tra le melodie d'amore della Pizzica salentina.

Lassi lu segnu

Video dell'esecuzione di Lassi lu segnu ad opera dei Zimbaria durante un'esibizione live nel 2010

Testo in dialetto di Lassi lu segnu

Testo in italiano di Lassi lu segnu

Cu gridu l'odiu moi, persi la voce,

Ca persi forse e puru li sentimenti,

E la voce mia te chiama e tu nun me senti.
Vengu culle mie ali e mai me stancu

E se di tremar la vita tu te senti,
Mo vieni a riposare allu miu regnu,

ca addhrunca passu iu lassu lu segnu...
E se tu me piji la vita
allora fanne cce bbuei, si tie la padruna

passu veloce e no vi bastu mai
e iu nu aggiu dumandatu tie ci sinti
iu su le ferite de li sentimenti
me presentu, su lu tiempu...

Cu gridu l'odiu moi, persi la voce,
Ca persi forse e puru li sentimenti,

E la voce mia te chiama e tu nun me senti.
Vengu culle mie ali e mai me stancu

E se te sienti cu faci tremare la vita
allora ieni te riposi intra lu regnu miu

ca addhu passu lassu lu segnu...
E se tu me piji la vita
allora fanne cce bbuei, si tie la padruna

passu veloce e no vi bastu mai
e iu nu aggiu dumandatu tie ci sinti
iu su le ferite de li sentimenti
me presentu, su lu tiempu...

Gridando il mio odio persi la voce
che forse persi anche i sentimenti

e la mia voce ti chiama e tu non mi senti
vengo con le mie ali e mai mi stanco

e se ti senti di far tremare la vita
allora vieni a riposare nel mio regno,

che ovunque passo io lascio il segno...
E se la vita tu mi prenderai
allora fanne quello che vuoi, tu ne sei il padrone

passo veloce e non vi basto mai
e io non domandai tu chi sei
io sono le ferite dei sentimenti
mi presento, io sono il tempo ...

Gridando il mio odio persi la voce
che forse persi anche i sentimenti
e la mia voce ti chiama e tu non mi senti
vengo con le mie ali e mai mi stanco

e se ti senti di far tremare la vita
allora vieni a riposare nel mio regno

che ovunque passo io lascio il segno...
E se la vita tu mi prenderai
allora fanne quello che vuoi, tu ne sei il padrone

passo veloce e non vi basto mai
e io non domandai tu chi sei
io sono le ferite dei sentimenti
mi presento, io sono il tempo...