Vacanze Santa Caterina

Santa Caterina e' frazione del comune di Nardo' in provincia di Lecce, nel Salento in Puglia. Santa Caterina ha un tratto di costa ricco e variegato sia per colori che per morfologia. Santa Caterina e' posta sulla costa ionica, e' costituita da una parte collinare dove si trovano le Cenate a ridosso del mare. La spiaggia e' caratterizzata da sporgenze e rientranze, la costa e' bassa in alcuni tratti e a picco sul mare azzurro cristallino in altri. Santa Caterina - Mar Ionio - Salento - Puglia. Vista panoramica della costa di Santa Caterina di Nardo'.

Offerte e Last Minute per Vacanze a Santa Caterina

Santa Caterina è una marina di Nardò, delimitata a nord dalla splendida Torre dell'Alto e a sud dal Parco naturalistico di Portoselvaggio, oggi parco regionale e zona protetta.

La località appare divisa in due parti, una in collina denominata Cenate, un bel borgo disseminato di antiche Ville con stili architettonici differenti e risalenti a diverse epoche, e una in pianura, il lungomare con le suggestive calette e il centro vitale della località.

Ospitalità turistica e accoglienza a Santa Caterina

La presenza di numerosi turisti a Santa Caterina, considerata in una speciale classifica stilata pochi anni fa, una delle più belle località balneari d'Italia, ha dato un forte impulso alla nascita di nuove strutture alberghiere e dell'ospitalità in genere.

Sono così sorti una serie di Bed and Breakfast privati, alcuni Resort con centro benessere annesso, Hotel e Residence. La gran parte dei posti letto nella zona però sono quelli messi a disposizione dalle Case Vacanze, dalle Ville e dagli Appartamenti in Affitto.

Prima di prenotare una vacanza a Santa Caterina è consigliabile visitare le sezioni delle Offerte e Last Minute e delle Foto di Santa Caterina. In modo da risparmiare eventualmente sul costo della vacanza e avere le idee chiare su quanto questo luogo sia bello e fruibile.

La movida di Santa Caterina

Nel periodo estivo Santa Caterina è una località molto frequentata benché non caotica. Sono soprattutto i più giovani a preferirla, il lungomare e la via centrale della località si popolano di turisti a cui piace passeggiare e rilassarsi tra i tanti bar, gelaterie, pub e lounge bar sorti a ridosso della costa.

I locali serali e notturni di Santa Caterina dispensano cocktail e buona musica fino a tardi, mentre i pochi e buoni ristoranti della zona si sono specializzati nella cucina di pesce.

Le torri costiere di Santa Caterina

Santa Caterina è una località ricca di bellezze naturali, come il mare limpidissimo, alcune profonde grotte naturali e la lussureggiante vegetazione. Sovrastano la zona due torri costiere denominate Torre di Santa Caterina e Torre dell'Alto che guardano verso sud la baia di Gallipoli e verso nord la Baia di Porto Selvaggio.

Di queste la più imponente è la seconda, si tratta di una tipica costruzione militare, alta circa 20 metri, con cordolo marcapiano a circa 9 metri di altezza. Il pianterreno non presenta accessi e l'unica porta è al primo piano, al quale si accede mediante una scalinata esterna in tufo.

La costruzione si trova nelle vicinanze di uno strapiombo di 51 metri che finisce a picco nel mare e denominato Dannata.

Torre di Santa Caterina

Torre di Santa Caterina

Vista sulla costa da Torre dell'Alto

Vista sulla costa da Torre dell'Alto

Le prestigiose ville private di Borgo Cenate

Sull'altura delle Cenate, a cui si accennava prima, ci sono decine di ville edificate tra il 1500 e l'inizio del 1900, benché la gran parte di esse risalga al 1800. Queste prestigiose abitazioni private sorgono tra uliveti secolari e pinete e sfoggiano svariati stili architettonici, ce ne sono barocche, moresche, liberty, alcune presentano motivi neoclassici e sono più imponenti, altre invece sono decisamente più piccole e nascoste nella fitta vegetazione.

Una villa in stile moresco di Santa Caterina

Una villa in stile moresco di Santa Caterina

Caratteristiche della costa di Santa Caterina

La costa di Santa Caterina è perlopiù caratterizzata da acque basse e tanti scogli ed è divisa in due da una piccola baia di sabbia. Il lido è concesso in gestione a privati che provvedono al noleggio su richiesta della necessaria attrezzatura da spiaggia.

Il colore del mare è generalmente azzurro chiaro, la cui intensità cambia abbastanza repentinamente fino al blu cobalto quando, allontanandosi dalla costa, i fondali diventano molto profondi.

Litorale e stabilimenti di Santa Caterina

Litorale e stabilimenti di Santa Caterina

I fondali di Santa Caterina in località Cala D'Aspide

Le rocce di Santa Caterina

Segnata dalla presenza di numerose grotte marine, la costa di Santa Caterina vanta la presenza di anfratti e spelonche di elevato interesse storico, a riguardo a destare particolare interesse è la Grotta del Cavallo situata nelle vicinanze di Porto Selvaggio, al suo interno sono venuti alla luce manufatti del periodo paleolitico medio, nonché resti di grandi mammiferi quali rinoceronti e cervi.

Immediatamente al di sotto della Torre dell'Alto si trova la Dannata, un precipizio in cui, secondo la leggenda, una ragazza si suicidò gettandosi per evitare che il sovrano locale, il noto Guercio di Puglia, potesse esercitare a sue spese il diritto di prima notte.

Un'altra narrazione popolare racconta invece che a perdere la vita fu proprio un discendente del Guercio di Puglia, durante una notte in cui cercava di fuggire ad una della tante scorrerie piratesche, cadde inavvertitamente e scomparve per sempre nelle acque della Dannata.

Le scogliere impervie e selvagge di Santa Caterina si specchiano in un mare dalle acque cristalline e ricche di polle sorgive, il fenomeno delle fonti di acqua dolce che sgorgano nel mare a filo d'acqua da torrenti sotterranei è frequente da queste parti ed è tipico del carsismo.

La vegetazione

Degna di nota è infine la vegetazione che ricopre questo litorale, transitando lungo la costa di Santa Caterina si può notare la presenza di pini d'Aleppo, pini italici e pini marittimi, tutte specie capaci di attecchire in una zona come questa, particolarmente rocciosa ed esposta ai venti marini salmastri.

Questa vegetazione non è sorta spontaneamente ma è invece il risultato di un attento piano di rimboschimento attuato negli anni '50 dal Ministero dell'Agricoltura.

Mappa Santa Caterina

Come raggiungere Santa Caterina

In auto:
Per raggiungere Santa Caterina di Nardò da nord occorre percorrere l'autostrada fino a Bari, poi seguendo la superstrada S.S. 16, S.S. 379, S.S. 613, si raggiunge Lecce; attraversato il centro urbano del capoluogo si imbocca la via Lequile/S.S. 101 e la si segue per 25,3 km, poi si esce per Galatone verso Santa Maria al Bagno, poi si svolta a sinistra in S.P. 90, così aggirando il centro urbano di Galatone, quindi si prende l'uscita per S.P. 17, poi in S.P. 112, in S.P. 129 e in ultimo in via Cesare Cantù che porta fino alla località di destinazione.

In treno:
I treni delle ferrovie dello Stato a Lecce e provincia, nonché in Puglia, sono quelli delle Ferrovie del Sud Est, giunti a Lecce si deve ricorrere ad un collegamento locale offerto dal servizio per i soli mesi estivi della Amministrazione provinciale leccese e denominato Salentointrenoebus, oppure per mezzo di un pullman locale delle Ferrovie del Sud Est. Santa Caterina non è provvista di una stazione ferroviaria. La fermata di treni più vicina è quella di Nardò e dista 8 km circa.

In aereo:
Si raggiunge Santa Caterina in aereo facendo tappa a Brindisi, Aeroporto di Brindisi Casale, da qui ci si può avvalere di un servizio navetta fino al terminal di Lecce, predisposto proprio per il trasporto dei passeggeri dall'aeroporto di Brindisi al centro del capoluogo leccese. Da Lecce si prosegue per raggiungere le altre località salentine tramite il servizio dell'amministrazione provinciale espletato durante i mesi estivi e denominato Salentointrenoebus oppure con treni e pullman delle Ferrovie del Sud Est, o, ancora, con il Servizio taxi.

Ricerca